QUESTO PORTALE WEB UTILIZZA COOKIES TECNICI Ulteriori informazioni.

Ministero della pubblica amministrazione

logo

                

         

       

 

Profilo generale

L’indirizzo “Socio-sanitario” consente l’acquisizione di competenze necessarie per organizzare ed attuare, in collaborazione con altre figure professionali, interventi adeguati alle esigenze sociali e sanitarie di singoli, gruppi e comunità, finalizzati alla socializzazione, all’integrazione, alla promozione del benessere bio-psico-sociale, dell’assistenza e della salute. L’identità dell’indirizzo si caratterizza per una visione integrata dei servizi sociali e sanitari nelle aree che riguardano soprattutto la mediazione familiare, l’immigrazione, le fasce sociali più deboli, le attività di animazione socio-educative e culturali e tutto il settore legato al benessere. Il diplomato svolge tutte quelle mansioni in  cui sono richieste abilità tecniche di osservazione, di  dinamiche di gruppo, di  comunicazione  interpersonale e utilizzazione di abilità ludiche e di animazione.

Profilo Professionale

 

Il Tecnico dei Servizi per la Sanità e l’Assistenza Sociale è in grado di:

 

  • Collaborare nella gestione di progetti e attività dei servizi sociali, socio-sanitari e socio-educativi, rivolti a bambini e adolescenti, persone con disabilità, anziani, minori a rischio, soggetti con disagio psico-sociale e altri soggetti in situazione di svantaggio, anche attraverso lo sviluppo di reti territoriali formali e informali.

 

  • Partecipare e cooperare nei gruppi di lavoro e nelle équipe multi-professionali in diversi contesti organizzativi /lavorativi.

 

  • Facilitare la comunicazione tra persone e gruppi, anche di culture e contesti diversi, adottando modalità comunicative e relazionali adeguate ai diversi ambiti professionali e alle diverse tipologie di utenza.

 

  • Prendersi cura e collaborare al soddisfacimento dei bisogni di base di bambini, persone con disabilità, anziani nell’espletamento delle più comuni attività quotidiane.

 

  • Partecipare alla presa in carico socio-assistenziale di soggetti le cui condizioni determinino uno stato di non autosufficienza parziale o totale, di terminalità, di compromissione delle capacità cognitive e motorie, applicando procedure e tecniche stabilite e facendo uso dei principali ausili e presidi.

 

  • Curare l’allestimento dell’ambiente di vita della persona in difficoltà con riferimento alle misure per la salvaguardia della sua sicurezza e incolumità, anche provvedendo alla promozione e al mantenimento delle capacità residue e della autonomia nel proprio ambiente di vita.

 

  • Gestire azioni di informazione e di orientamento dell’utente per facilitare l’accessibilità e la fruizione autonoma dei servizi pubblici e privati presenti sul territorio.

 

  • Realizzare in autonomia o in collaborazione con altre figure professionali, attività educative, di animazione sociale, ludiche e culturali adeguate ai diversi contesti e ai diversi bisogni

 

  • Realizzare, in collaborazione con altre figure professionali, azioni a sostegno e a tutela della persona con fragilità e/o disabilità e della sua famiglia, per favorire l’integrazione e migliorare o salvaguardare la qualità della vita.

 

  • Raccogliere, conservare, elaborare e trasmettere dati relativi alle attività professionali svolte ai fini del monitoraggio e della valutazione degli interventi e dei servizi utilizzando adeguati strumenti informativi in condizioni di sicurezza e affidabilità delle fonti utilizzate
 

Sbocchi Professionali

 Proseguimento degli studi

In particolare il percorso risulta propedeutico per le seguenti facoltà dell'area medicapsicologica, della formazione e dell'educazione:

  • Scienze infermieristiche;
  • Ostetricia;
  • Medicina;
  • Tecnico della riabilitazione;
  • Scienza della formazione;
  • Dietista;
  • Igienista dentale, .

 

Inserimento nel mondo del lavoro

Il diploma conseguito permette di intraprendere eventuali percorsi di specializzazione, di iscriversi ad un corso regionale OSS o di inserirsi direttamente nel mondo del lavoro in vari settori:

  • Residenze sanitarie;
  • Strutture ospedaliere;
  • Centri diurni;
  • Case di riposo;
  • Centri ricreativi;
  • Strutture per disabili;
  • Ludoteche;
  • Comunità di recupero;
  • Case famiglia;
  • Mense aziendali con ruolo di animatore socio-educativo

 

 

Quadro orario

 

 

Materie

Biennio

Triennio

 

I Anno

II Anno

III Anno

IV anno

V Anno

Lingua italiana

 

4

4

4

4

4

Lingua Inglese

 

3

3

3

3

3

Storia

 

2

1

2

2

2

Geografia

 

-

1

 

 

 

Matematica

 

4

4

3

3

3

Diritto ed economia

2

2

 

 

 

 

Scienze motorie

2

2

2

2

2

 

RC

 

1

1

1

1

1

Totale Area generale

18

18

14

14

14

Seconda lingua straniera francese

2

2

3

3

3

 

TIC

2

2

 

 

 

 

Codocenza TIC

2

2

 

 

 

 

Scienze Umane

4

3

 

 

 

 

Codocenza Scienze Umane

2

2

 

 

 

Scienze Integrate

2

2

 

 

 

 

Codocenza Scienze Integrate

2

2

 

 

 

 

Metodologie Operative

4

5

3

-

-

 

Psicologia

 

 

 

4

5

5

Igiene e cultura medico sanitaria

 

 

4

4

4

 

Diritto e legislazione sociosanitaria

 

 

3

3

3

 

Tecnica Amministrativa del settore sociosanitario

 

 

-

2

2